Come Comportarsi nel Caso di...

Come Comportarsi nel Caso di ....
PROTEZIONE SOLARE: 

i raggi ultravioletti sono molto dannosi per la salute dei nostri occhi, specie nei bambini che hanno strutture non ancore completamente mature. Il sole può determinare opacità, cataratte premature e danni al vitreo. Anche le radiazioni derivate dall'utilizzo dei tablet, telefoni, pc ecc (luce blu) possono causare gravi danni alla retina. 

E' importante utilizzare occhiali con lenti solari o con lenti specifiche per l'utilizzo dei dispositivi elettronici, anche con gradazione, che garantiscano una perfetta visione e una protezione dagli effetti indesiderati.

COSA FARE PER I NEONATI: 

il sistema visivo è un processo in via di formazione. L'integrazione dei due occhi si forma all'unisono con quella corporea. E' importante che gli occhi in questa prima fase di vita, siano entrambi stimolati, posizionare il bimbo su di un solo lato può penalizzare l'altro occhio. Attrezzare l'ambiente con stimoli visivi (luci, ombre, colori ecc) non esporre gli occhi alla luce diretta del sole o a fonti luminose abbaglianti. Dopo il sesto mese di vita se si nota che uno dei due occhi è spesso posizionato storto, o che gli occhi non sembrano seguire gli oggetti o che gli stessi lacrimino molto, è consigliabile rivolgersi ad un Medico Oculista Pediatrico.

COSA FARE PER I BAMBINI: 

dopo i tre anni d'età, anche in assenza di sintomi, è consigliabile sottoporre il bimbo a verifica Oculistica o Optometrica Pediatrica per certificare il corretto sviluppo funzionale. Un'altra verifica è oppurtuna al 5° anni di età.

COSA FARE PER I NUOVI STUDENTI: 

all'inizio della scuola primaria è necessario essere sicuri che il bambino abbia un ottimale funzionamento visivo, requisito di base indispensabile per poter apprendere bene e senza fatica. Un controllo Ottico Optometrico verificherà le abilità visive; tale controllo è consigliabile ogni due anni per tutta la durata degli studi.

COSA FARE IN PRESENZA DI DIFETTI VISIVI: 

se è stata riscontrata la presenza di una AMBLIOPIA, cioè di un deficit di funzionamento solitamente a carico di un occhio (occhio pigro), è importante che ci si attivi prima possibile, perchè attraverso specifiche tecniche di stimolazione, è possibile ottenere importanti miglioramenti.

Se è stata riscontrata la presenza di difetti refrattivi quali MIOPIA, IPERMETROPIA, ASTIGMATISMO, la visione dovrà essere controllata regolarmente almeno una volta l'anno, adeguando oppurtunamente gli occhiali e le lenti a contatto.

ATTENZIONE ALLA POSTURA: 

il buon sviluppo psico-corporeo è un elemento basilare, per l'essere umano. Per questo nella crescita gli organi di senso dovranno avere ben sviluppato le proprie funzioni. Il sistema visivo è il processo informatico per eccellenza, oltre l'80% delle informazioni elaborate dal cervello proviene dalla vista. Lo sviluppo armonico delle strutture corporee, è altrettanto importante, da sempre è riconosciuta l'importanza Psiche-Soma. Le alterazioni posturali, scoliosi, cifosi ecc. come del resto gli atteggiamenti posturali errati, sedute storte, testa molto vicina al foglio, testa ruotata da un lato o inclinata, sono spesso correlate a problemi visivi funzionali. In questi casi sarà doveroso verificare il prima possibile la funzionalità visiva, effettuando un controllo Ottico Optometrico.

DISLESSIA, DISGRAFIA ECC.: 

queste tipologie di problematiche, sono spesso associate alla presenza di difficoltà visive o visuo-psico-corporee. Un difetto visivo rende difficile decodificare ciò che si stà osservando. Carenze nel corso dello sviluppo, visivo e motorio possono procurare difficoltà di interpretazione e per esempio le lettere vengno elaborate come insieme di righe difficilmente comprensibili. E' importante verificare prima possibile il sistema visivo e le capacità di decodifica, con specifici controlli Ottico Optometrici.

MAL DI TESTA O CEFALEE: 

questi disturbi possono essere influenzati da una molteplicità di fattori. Il medico specialista Neurologo, Neuropsichiatra ecc valuterà caso per caso. Ma spesso difetti visivi non corretti, anche se di liebve entità, occhiali non realizzati correttamente, montature per occhiali non idonee ecc, possono concorrere nel causare l'insorgenza o l'aggravio di questi problemi. E' sempre consigliabile una attenta valutazione Ottico Optometrica.

VERTIGINI O DISTURBI DELL' EQUILIBRIO:

Il medico/specialista Otorino o Otoneurologo, sarà tenuto a valutare le specificità del sistema vestibolare. Importanti connessioni del sistema visivo, porteranno il paziente ad eseguire un controllo sia da parte del medico Oculista, sia dell'Ottico Optometrista. Infatti lenti o occhiali non realizzati correttamente, possono concorrere ad incrementare i disturbi. In particolare le lenti da vista, che hanno lo scopo di andare a modificare la percezione e la localizzazione degli oggetti e di ciò che ci circonda, andranno attentamente considerate. 

MAL DI SCHIENA, COLLO, ECC:


Posture scorette, posizioni alterate della testa, possono causare sindromi dolorose da contratture. Come sanno bene gli specialisti Chiropratici e Osteopati, il sistema visivo e gli occhiali sono spesso chiamati in causa. Alla base dei disturbi discendenti, queste componenti vanno attentamente considerate, la valutazione di un Ottico Optometrista, diviene indispensabile per giungere al ripristino di una ottimale condizione funzionale. In caso contrario i benefici dei trattamenti eseguiti, si vanificano in breve tempo.

 

COSA FARE NEL LAVORO:

Oggi i nostri occhi sono sempre più sottoposti a stress, a causa di lavori più sedentari e di concetto. Uno su tutti, il computer strumento insostituibile, ormai compagno di vita cosi come i tablet e gli smartphone. Si rende pertanto necessario verificare periodicamente la funzionalità visiva, effettuando periodici controlli dall' Ottico Optometrista. Adottando comportamenti adeguati, postazioni di lavoro ben organizzate, illuminazioni specifiche, condizioni ambientali ottimali, pause regolari, occhiali di prevenzioni. Inoltre per chi utilizza in modo intensivo computer, tablet e smart phone vi è la possibilità di confezionare occhiali anche riposa vista che eliminano i dannosi raggi blu emessi da tali apparati.

COSA FARE NELLO SPORT:


Nella pratica sportiva, l'attenzione primaria deve essere rivolta alla sicurezza. Le statistiche che riguardano i traumi agli occhi, evidenziano drammaticamente il livello di disattenzione generale. E' necessario proteggere gli occhi con appositi occhiali di sicurezza contro gli urti, da vari oggetti contundenti (palle, sassi, racchette ecc), la polvere, l'aria, il sole, la salsedine ecc. Vedere bene nello sport, fa la differenza! Vedere prima degli altri può significare vincere! Mantenere una efficente visione anche con la stanchezza è un vantaggio importantissimo! Specifici controlli Ottico Optometrici e lenti ad alta definizione, possono effettivamente fare la differenza.

COSA FARE ALLA GUIDA:


Le leggi che riguardano il rilascio delle patenti di guida, sanciscono dei requisiti minimi di acutezza visiva, ma non basta! Per la propria sicurezza e uella degli altri è importante utilizzare al meglio tutte le potenzialità dei nostri occhi. La differenza sta nel vedere prima il pericolo, in caso di foschia gli occhi mantegono una buona risoluzione o sensibilità al contrasto? in condizione di scarsa illuminazione o di notte riusciamo a vedere in modo ottimale? La percezione periferica per vedere auto, moto, pedoni, ostacoli laterali, funziona bene? La percezione di profondità o senso stereoscopico importante per definire la distanza dagli altri veicoli funziona bene? L' Ottico Optometrista vi può aiutare a migliorare tutte le possibili situazioni sopra citate, con controlli e consigli sulla lente ottimale per risolvere qualsiasi problema.

COSA FARE CON L'AVANZARE DELL'ETA'

Se prestiamo attenzione alla nostra salute e al mantenimento della stessa, la vita trascorre meglio. La stessa cosa vale ovviamente anche per i nostri occhi, prendersene cura e mantenerne l'efficenza significa posticipare e contenere gli effetti del tempo. Quando arriva il momento che da vicino nella lettura si fatica e si inizia ad allontanare il testo, è giunto il momento di aiutarsi con occhiali specifici da presbite. Si sente spesso dire:"è meglio non metterli perchè dopo non si potrà più farne a meno", ciò è errato perchè poi dovrai comunque usarli ma "più forti" e con disagi maggiori. Inoltre l'affaticare l'occhio alla visione da vicino farà peggiore anche la visione da lontano. E' però vero che non bisogna utilizzarli in modo errato tenendo gli occhiali da lettura anche per la visione da lontano, questo può creare assuefazione! Comprare gli occhiali da lettura "pronti" che si trovano a prezzo modici ormai in qualsiasi luogo può essere un veloce compromesso ma non è la soluzione ottimale in quanto hanno centrature standard e se si scende molto nel prezzo, anche lenti di bassa qualità e con queste vuoi davvero far lavorare i tuoi occhi? Un paio di scarpe economiche non le indossi per molto tempo in quanto il dolore ti costringe a toglierle...mentre gli occhiali non fanno provare dolore ma i tuoi occhi ne risentono in modo significativo. Ricorda ogni occhio è diverso, ogni individuo è diverso e anche la gradazione che necessita per correggere la visione da vicino è diversa, in commercio esistono solo le gradazioni standard le quali magari correggeranno troppo o troppo poco, rischiando di danneggiare la visione anzichè apportarne beneficio. Chiedi informazioni e consiglio al tuo Ottico Optometrista.


newcart.it Un eshop professionale completo a soli 49 euro l'anno con NewCart
Questo sito è presente su Offertissime.shop